Password dimenticata?

Supersound 2011 live report (1° giorno)

Sabato 24 settembre 2011, Faenza

24Settembre2011

Nella città della ceramica bisogna muoversi piano, con la dovuta calma e attenzione per osservare tutto fin nei minimi dettagli.
Vai a sapere che quello sfigato brufoloso che si sta esibendo non diventi la rockstar di domani.
Quest'anno il Meeting delle Etichette Indipendenti (mei) si è spostato a Bari, ma nella storica sede di Faenza si è insediato un seme che ha cominciato a germogliare.
Si chiama Supersound e il filo conduttore che lega i numerosi concerti, eventi, presentazioni, workshop è condensato nella frase: “Gli ultrasuoni della gioventù sonica degli anni zero”.
Faenza apre le sue porte a due giorni di festival interamente dedicato alla musica emergente.
Un'occasione per conoscere un mondo musicale spesso rintanato nel locale e che fatica a costruire una vera e propria scena capace di imporsi e diffondersi al di fuori delle proprie mura.
Questo è quello che c'aspettavamo.

Passeggiando fra stand montati con apocalittici ritardi e palchi che ripropongono ritornelli già sentiti, la sensazione è quella di “nessuna novità dal fronte”. Constatazione amara che smorza immediatamente i nostri entusiasmi iniziali.
Assistiamo ad una noiosissima inaugurazione con tutti i saluti di rito delle varie istituzioni, ci accaparriamo una manciata di interviste con quelle che ci paiono novità autentiche.
Resta il dato che se fosse possibile godere di eventi del genere con più frequenza, il livello culturale di questo paese ne beneficerebbe. Sarà per questo che le poche volte che accade, viene gonfiato più del dovuto: gli ultrasuoni della gioventù sonica inseriscono nella propria scaletta un gruppo hip pop sponsorizzato da Mtv Generation, e propone Nathalie fresca fresca di promozione “X Factor”.
E quale sarebbe la novità, pare normale chiedersi. Nel senso: la due giorni di Faenza è ricca di appuntamenti ed occasioni per conoscere, ma diamo alle cose il loro nome.

Nda Press ha presentato in anteprima The New Rockstar Philosophy – Manuale di autoaiuto per musicisti che uscirà ad Ottobre inoltrato. Claudia Galal e Tommaso Colliva, curatori dell'edizione italiana,  ci spiegano che questo libro è un vero e proprio strumento di lavoro utile per orientarsi nella vastità di mezzi e opportunità aperte dal nuovo scenario dell'industria musicale. L'introduzione è di Manuel Agnelli. Noi stringiamo forte la copertina nera e moriamo dalla voglia di leggerlo e parlarvene. Lo faremo sicuramente.

Tocca poi ad un altro libro. L'editoria musicale è sempre una boccata d'aria fresca.
Rock in progress – Promuovere, distribuire, far conoscere la vostra musica da poco pubblicato da Effequ risponde a quelle che sono le faq di una band musicale. Siae o non Siae, autoproduzione o guida di una mano esperta.
Sulla carta si presenta come un testo molto interessante. Vedremo.

Arrivano Appino, Ufo e Karim. Zen Circus.

Comincia la festa per il loro nuovo album che si intitolerà “Nati per subire” e che uscirà ufficialmente l'11 Ottobre. A guidarli c'è Federico Guglielmi. Poche chiacchiere che arrivano subito al succo: stessa esigenza espressiva di “Andate tutti affanculo”, stessa feroce lucidità per raccontare questo paese a forma di scarpa.
Poi suonano due pezzi in acustico. Brividi. D'attesa...


Ci ha stupito l'entusiasmo con cui molti giovani musicisti dalle belle speranza hanno 'bussato' al nostro stand per promuovere il loro gruppo. Armati di contatti mail-facebook-skype e con nelle mani solo la loro demo, hanno chiesto un passaggio radiofonico. Non abbiamo esitato ad intervistarli per conoscere la loro passione musicale e il motivo che li ha spinti a presentarsi al Supersound in questi due giorni. A vederli, sembrano rincorrere una speranza vana. Ad ascoltare le loro motivazioni, è necessario ricredersi.

Interessante e inaspettato l'evento “Super Eat-In” a cura dell'associazione Slow-Food che ha “occupato” le vie di Faenza con cibi e sapori per promuovere la cultura del buon cibo e del Km0. L'allegra tavolata di volontari e passanti è stata sapientemente animata dalle note Folk de La Musica nelle Aie. Un pollice (verde) alto per questo happening ben costruito.

A concludere la serata i suoni dal mondo di Roy Paci. Brillante come sempre regala il suo saluto musicale ad una Faenza ancora sveglia e attiva nella sua Notte Bianca.

Finisce così il primo giorno di Supersound la nostra redazione vi da appuntamento a domani accompagnata da braccialetti luminosi, improbabili signore dell'orchestra Casadei e lanzichenecche femmininiste.

 
 

    video

  • Intervista a Ufo degli Zen Circus
  • Intervista a Roy Paci @ Supersound
  • Slow Food @ Supersound: presentazione progetto Eat-In
  • Al Supersound giovani speranze
  • foto

  • Concerto Roy Paci @ Supersound, 24 Settembre 2011
    Caricamento galleria...
  • Foto Sherwood @ Supersound, 24 Settembre 2011
    Caricamento galleria...
CalendarioSherwood
MappaSherwood
loading... loading...