Password dimenticata?

Elisa Bonomo - Un concerto “gloomy” a Padova

Live report di Elisa Bonomo 25/05/22

31Maggio2022

Mercoledì 25 maggio 2022, si è svolta in Piazza Mazzini la chiusura di GATE, un progetto d'innovazione, organizzato dall'associazione culturale Xena e dal Progetto Spiaziamo, che mira a sensibilizzare la popolazione sulla tematica della parità di genere. 

L'evento finale è consistito nel concerto della cantautrice veneziana Elisa Bonomo, che ha interpretato una dozzina di canzoni nella loro versione “più acustica”. 

Chitarra elettrica come formazione, nel 2017 ha pubblicato il primo album da solista, Antifragile, attraverso un crowdfunding, ottenendo ottime recensioni dal pubblico e dai media specializzati.

Quattro anni più tardi, con una pandemia nel mezzo, la Bonomo pubblica Sinusoide (2021), un concept album che tratta di ossessioni, amori impossibili, incapacità di soddisfare le aspettative degli altri, con la sensazione di voler scomparire per ritrovare se stessi. In esso si possono notare le influenze punk-rock dell'artista, sia a livello vocale che strumentale. 

Le aperture di concerti per artisti come NADA, Daniele Silvestri e Maria Antonietta, precedono, ad ogni modo, le sue capacità.

Il concerto comincia con due canzoni che intrecciano metaforicamente il focus fondamentale con gli eventi atmosferici, tema che affascina l'artista. Da un lato dunque Nuvola, la cui versione in studio è un duetto con la cantautrice Chiara Vidonis,  che si concentra sulla malinconia che offusca le giornate rendendoci intrappolati in una strada senza uscita, dall’altro invece Meteora che crea un maggiore senso di intimità nell'atmosfera, basata su quelle persone che entrano sconvolgendo la vita e che se ne vanno lasciando sempre un segno.

Si passa poi alla tastiera per continuare un vero e proprio momento “gloomy” proponendo una tra le canzoni più emozionanti della serata, Grandi mai. Quest’ultima è una riflessione generazionale sull'intrinseca natura infelice o insoddisfatta dell'essere umano dal punto di vista precipuamente più giovanile: ragazzi e ragazze sempre di corsa, mai al posto o al momento vitale giusto rispetto agli altri, in equilibrio precario, senza potersi permettere di fermarsi. La grande capacità espressiva della voce di Bonomo trasmette perfettamente questo senso di incomprensione.

L'aspetto onirico è stato un altro dei temi ricorrenti nella scaletta, in Petra (brano che non è stato inserito in Sinusoide), racconta di come ci si possa liberare da tutto tranne che da quel che accade quando si chiudono gli occhi: materiale sulla quale non è esercitabile alcun controllo. Il pezzo ha un ritmo molto più dinamico, grazie all'incorporazione del pedale stomp box, ideale quando si è one ‘woman’ band. Lo strumento si percepisce anche in Camilla e Maleducata, dal sound con molto meno accordi, dove regna la mancanza di controllo e predomina una voce molto più rauca, caratteristica della sua precedente fase di chitarrista rock. 

Nel finale, E. B. esegue Scampo, il cui testo tratta il tema della violenza domestica, pezzo che le è valsa la vittoria del Premio della Critica nell'ambito del Premio Amnesty - Voci per la Libertà. La cantautrice ha voluto concludere sottolineando la forza delle donne sopravvissute. «Queste donne sono molto più forti di chiunque altro, perché riescono a sopravvivere nonostante subiscono quotidianamente tali violenze. È importante avere strutture che riconoscano la violenza domestica come qualcosa da abolire e una cultura che riconosca che le donne non sono possedute dagli uomini». 

Dal testo, invece:

«Tu che fai fette di me e pretendi tutto il bene. Se mi farai a pezzi, resteranno i miei versi. Amore mio non c'è via di mezzo, amore od odio e niente in mezzo».

Elisa Bonomo è una cantautrice nel vero senso della parola, con testi e melodie che sfidano l'ascoltatore risultando difficili da dimenticare. La capacità lirica e la voce magnetica funzionano come mezzo per esprimere realtà e pensieri universali, dando grande importanza alle questioni sociali e di genere. 

Siamo dinanzi ad una musicista con una grande amalgama di influenze e risorse, che non esita ad intrecciare.

Prossimo appuntamento con la sua band l'11 giugno a Verona (Piazza Bra) alle 19:00!

Instagram

 
 

Commenti

Per inserire un commento devi effettuare il login utilizzando il modulo in alto a destra.

Sei nuovo? Registrati subito utilizzando il modulo di iscrizione che trovi qui.

CalendarioSherwood
MappaSherwood
loading... loading...