Password dimenticata?

Blackwood: As The Word Rots Away

Subsound Records

15Febbraio2016

Vi prego e vi scongiuro: fuori dalle balle i papè papè satan aleppe, i darknecromanti e i gotici oscuri. Cerchiamo di dare il vero valore ad un progetto musicalmente complesso e degno del massimo rispetto. Vediamo di non relegarlo nelle paginette dedicate all'heavymettall ma tributiamogli l'attenzione che ogni lavoro firmato Eraldo Bernocchi esige. Volete capire a che suoni mi riferisco, a quale corrente (elettrica) appartengono? Questo è Doom, se proprio vogliamo oggettivare, è furore di drone e sub bass line (scusate ma non esiste in italiano una traduzione così ficcante) che striscia sotto la superficie di un noise esasperato fino ad esplodere in tutta la sua spaventevole potenza contro il muro elettrico di una chitarra e della sua lenta ed indispensabile dose di drumming. Mi ritrovo a scrivere note sul progetto Blackwood pur non essendo assolutamente  legato a questo suono, lo faccio spinto dalla frenesia visionaria che ha invaso il mio ascolto non appena ho avuto accesso alle tracce. Guardate fuori dalla finestra, guardatevi attorno, informatevi, cercate di capire cosa realmente sta accadendo attorno a voi e capirete cosa si nasconde dietro ad As The Word Roots Away. Ascolto e mi ritrovo in quel lungo corridoio dove sono allineate le 45 opere di Francis Bacon dedicate alla deformazione e distorsione di una realtà apparentemente statica, inamovibile mentre seduta sul suo scranno tenta di nascondere ciò che la consuzione inizia a mostrare. Una corsa angosciante attraverso le nostre paure e ciò che un futuro dannato potrà offrirci,  un tragitto di penombra che impatta contro l'ultima raffigurazione, la più famosa del ciclo dipinto dal pittore irlandese: lo Screamin Pope, una figura ibrida raffigurata nell'urlo muto. Lo sguardo  viene terribilmente attratto dall'opera mentre l'anima si aggancia all'ultima maestosa traccia del disco. intrecciata con la polvere e il silenzio. Un invito ad uscire verso la luce pulsante, ancora per poco...forse. 

 
 

 
 

Commenti

Per inserire un commento devi effettuare il login utilizzando il modulo in alto a destra.

Sei nuovo? Registrati subito utilizzando il modulo di iscrizione che trovi qui.

CalendarioSherwood
MappaSherwood
loading... loading...